Trattamenti riabilitativi

Fisioterapia e fisiokinesiterapia

A Salerno, lo Studio Salute Salernus, specializzato in fisiokinesiterapia e fisioterapia, propone alla clientela molteplici trattamenti professionali, tra cui:

  • Massaggio Miofasciale
  • Ginnastica preparto
  • Riflessologia plantare
  • Riflessologia auricolare
  • Trattamenti di Massoterapia
  • Pressoterapia
  • Tecarterapia
  • Taping neuromuscolare
  • Rieducazione motoria
tecar

Massaggio miofasciale

Importato dagli Stati Uniti d’America, il massaggio miofasciale prende il nome dal suffisso “mio” che deriva da muscolo e “fasciale” da fascia.
Si tratta di una tecnica di terapia manuale che non lavora sui muscoli, ma tra i muscoli (cioè sulla fascia che li riveste); essa trae le sue origini dall’osteopatia di Andrew Taylor Still, la terapia che si basa sul contatto manuale per la diagnosi ed il trattamento, la prima che ha messo in risalto l’importanza della fascia intesa come tessuto connettivo che riveste l'organismo a livello sottocutaneo.

Pur richiedendo da parte dell’operatore grande precisione e buona conoscenza dell’anatomia, il massaggio miofasciale è di facile esecuzione e può essere modulato in base alle necessità del destinatario.

Con i dovuti accorgimenti, il massaggio miofasciale è una tecnica valida per chiunque, non solo per gli sportivi, e particolarmente efficace nel trattamento delle rigidità e nel caso di contratture a carico della muscolatura, anche di tipo cronico. I benefici consistono quindi nel miglioramento della postura e nella risoluzione dei dolori muscolo articolari.

Ginnastica preparto

La ginnastica pre-parto mira a rinforzare quelle zone che nel momento del parto saranno chiamate a sopportare grandi sforzi, quali il bacino, le gambe e la zona pelvica. E’ chiaro poi che in un corso di ginnastica pre-parto si darà la giusta importanza anche al resto del corpo, per fare in modo che il fisico della futura mamma sia sufficientemente tonico ed elastico per tutto l’arco della gravidanza.

Nei corsi di ginnastica pre-parto viene data la giusta importanza anche al fattore-respirazione, con suggerimenti che risulteranno particolarmente utili nel momento del lieto evento. Questa fase verrà privilegiata nei primi tre mesi della gravidanza, mentre i movimenti saranno ridotti all’essenziale, con esercizi leggeri che non mettano a rischio la gravidanza stessa.

Nei mesi successivi, invece, si concentrerà l’attenzione sulle zone interessate dal parto, con esercizi che mirano a rinforzare la muscolatura del basso ventre ed a stimolare la mobilità del bacino.

Nell’ultimo trimestre si tornerà a porre l’attenzione sulla fase respiratoria.

Riflessologia plantare

La riflessologia plantare, che trae spunto dalla medicina tradizionale cinese antica, è sostanzialmente una forma di massaggio (o più precisamente una forma di microstimolazione) che, attraverso particolari stimoli e compressioni che vengono effettuati su determinate zone di mani e piedi (le cosiddette zone riflessogene), consentirebbe, secondo quanto affermato dai suoi sostenitori, di diagnosticare, prevenire e anche trattare alcuni tipi di disturbi.

Il principio alla base della riflessologia plantare è che le zone riflessogene di mani e piedi sarebbero corrispondenti a organi interni e altre parti del corpo o, in detta in altri termini, ogni zona del piede sarebbe collegata, tramite una terminazione nervosa, a una zona della colonna vertebrale, zona che metterebbe in contatto detta terminazione con un organo.

La riflessologia plantare viene attualmente impiegata per trattare una vasta gamma di malanni comuni, tra i quali i dolori alla schiena, la lombalgia e la sciatalgia, i problemi digestivi e mestruali, l’emicrania e per ridurre gli effetti negativi dovuti allo stress.

Riflessologia auricolare

La riflessologia auricolare si basa sul fatto che all’orecchio arrivano i riflessi di tutti gli organi e le parti del corpo, esattamente come accade per la pianta dei piedi e i palmi delle mani. La riflessologia auricolare viene utilizzata con successo per diversi disturbi: dall’asma all’ipertensione, dalle lombosciatalgie alle infiammazioni del trigemino, dalla cefalea alla dismenorrea, dalla stipsi al dimagrimento, dall’abbandono del vizio del fumo alla correzione della postura.

Trattamenti di Massoterapia

La massoterapia va intesa come insieme di tecniche manuali, rivolte al recupero ed al benessere del paziente. È l'arte del massaggio utilizzata a scopo curativo.

Gli effetti della massoterapia sono i seguenti:

  • calma e benessere soggettivo;
  • miglioramento della mobilità e dell'elasticità di articolazioni, muscoli e tendini;
  • ripristino della forza ed eliminazione delle scorie metaboliche, per esempio dopo gli sforzi fisici prolungati;
  • miglioramento della situazione circolatoria in una regione corporea o in tutto il corpo.

Trattamenti Pressoterapia

La pressoterapia è un trattamento estetico che consente di migliorare il sistema linfatico e circolatorio. La parola pressoterapia si riferisce sia al trattamento che alla macchina utilizzata per eseguirla. Solitamente la pressoterapia viene effettuata sulle gambe, le braccia e la pancia, le zone dove maggiormente si presenta l’adiposità.

Questa terapia consente di tonificare i tessuti favorendo la circolazione e l’eliminazione di liquidi in eccesso. E’ quindi un’ottima alleata per la lotta alla cellulite. Ma la pressoterapia ha anche un altro vantaggio. Il paziente che si sottopone al trattamento viene investito da una sensazione di benessere generale accompagnato dalla sensazione di leggerezza degli arti. Il tutto senza sentir alcun tipo di fastidio o dolore.

Essendo un trattamento che agisce a livello circolatorio, non è adatto ad esempio a coloro che soffrono di vene varicose, insufficienza cardiaca, insufficienza arteriosa e trombosi. Non è consigliata neanche alle donne in dolce attesa.

Trattamenti Tecarterapia

La TECAR terapia, che significa letteralmente Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo, è una forma di termoterapia endogena che incontra sempre maggiore consenso in campo medico e fisioterapico per la sua straordinaria efficacia nel trattamento di traumi e patologie dell'apparato muscolo-scheletrico.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

 

Patologie muscolari

  • Contratture
  • Strappi e stiramenti
  • Contusioni
  • Edema

 

 

Patologie della spalla

  • Tendinite e tenosinovite
  • Tendinopatie inserzionali
  • Capsulite adesiva

 

Patologie dell'anca

  • Coxartrosi
  • Borsite
  • Pubalgia

 

Patologie della caviglia e piede

  • Esiti di fratture
  • Distorsioni
  • Fascite plantare
  • Tendinite achillea

 

Patologie dolorose della colonna

  • Lombalgie
  • Dorsalgie
  • Cervicalgie

 

Patologie del gomito

  • Epicondilite
  • Epitrocleite

 

Patologie del ginocchio

  • Condropatia rotulea
  • Gonartrosi
  • Esiti di lesioni traumatiche dei LCA/LCP
  • Distorsioni

Taping neuromuscolare

Il taping neuromuscolare è l'applicazione di un nastro adesivo elastico che viene messo direttamente sulla cute e agisce sia a livello diretto sia a distanza, dove è necessario; viene utilizzato in tantissime patologie a scopo antidolorifico, per ridurre cioè il dolore e per migliorare le contratture muscolari e i movimenti. Può essere inoltre usato anche per ridurre gli ematomi, gli edemi e i gonfiori perchè agisce anche a livello circolatorio e linfatico, oltre che muscolare.

Tra le contratture muscolari più comuni trattate troviamo la lombalgia, la cervicalgia, l'epicondilite, i dolori alla spalla, la periatrite; il taping è di valido aiuto alla rieducazione in tutti questi casi. A livello meccanico, l’applicazione del cerotto determina il sollevamento della pelle; quando una persona si muove, si crea un aumento di pressione in certi punti, ed una diminuzione in altri. Questa modulazione facilita il drenaggio dei liquidi extracellulari e la riattivazione del flusso linfatico.

Il movimento è indispensabile affinchè questo effetto possa verificarsi, e la pratica è conosciuta con il termine specifico di linfotaping. Nel campo estetico l’uso dei cerotti è un meraviglioso supporto per ottenere dei strabilianti risultati drenanti utili ad esempio contro la cellulite.

Rieducazione motoria

La rieducazione motoria, quale terapia del movimento (chinesiterapia), mira a ristabilire la normale funzionalità muscolare, miofasciale, articolare e di coordinazione del movimento di uno o più arti e, di conseguenza, di tutto il corpo. Viene effettuata, in genere, inizialmente in maniera passiva e poi attiva.

 

È indispensabile in caso di interventi chirurgici a carattere ortopedico, sia come preparazione ad esso che, in seguito, come riabilitazione. Essa risulta inoltre determinante nel trattamento delle patologie a carattere neuro-motorio.

Share by: